gratta e vinci divieto Coronavirus

Dopo i casi di Pontedera e Bergamo, il Codacons chiede al Governo italiano di vietare il gioco, su tutto il territorio, nelle tabaccherie per evitare la diffusione del Coronavirus.

“Il Governo italiano vieti in tutta Italia, come misura di contenimento dei contagi, la vendita dei tagliandi “gratta & vinci”, come fondamentale e successiva misura per evitare affollamenti pericolosi in fila davanti agli esercizi e quindi per combattere la diffusione del Covid-19″.

A chiedere questa misura di sicurezza è il Codacons, dopo le decisioni prese dai Comuni di Pontedera (PI) e Bergamo, di fermare tutte le tipologie di giochi con vincite di denaro nelle rivendite di tabacchi e in modo particolare dopo la direttiva dell’ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) del 12/03/2020, indirizzata alla totalità dei concessionari del pubblico gioco, alle rivendite dei generi del monopolio (vendita di tabacchi) nella quale è richiesto il fermo delle slot machine, oltre agli esercizi di il blocco di televisori e monitor con l’obiettivo vitale d’impedire la permanenza dei giocatori all’interno delle sale da gioco.

Come spiega Carlo Rienzi, presidente Codacons: “Chiediamo al nostro Governo l’inserimento, nel prossimo decreto, una misura che vieti l’acquisto dei tagliandi Gratta & Vinci, in tutti gli esercizi di vendita rimasti aperti.

Sul territorio italiano, molti anziani, in modo particolare individui con forme di dipendenza al gioco, seguitano a frequentare le tabaccherie per comprare i tagliandi del gratta & vinci, questo significa creare lunghe file davanti ai negozi e quindi la possibilità di maggiori contagi.

Per questo motivo è opportuno un blocco totale di vendita di questi biglietti, tramite un apposito e fondamentale decreto, per limitare ulteriori rischi per la comunità”.

Coronavirus, anche Pontedera vieta ogni forma di gioco legale

In conformità dei decreti sul Coronavirus, che vieta gli assembramenti, il Comune di Pontedera, segue Bergamo e blocca il gioco nelle tabaccherie, con vincite in denaro. La decisione del Comune di Bergamo, con capo il Sindaco Giorgio Gori, fa d’apri pista e quindi d’esempio per altri comuni.

 Infatti, il sindaco di Pontedera Matteo Franconi, ha disposto il blocco immediato di tutti i tipi di gioco lecito con montepremi in denaro, incluso lotto e gratta & vinci, nei locali che svolgono miste attività, come ad esempio tabacchi, bar, gioco lecito e edicole.

Il Provvedimento è stato pubblicato il 15/03/2020, sull’albo pretorio della città toscana, con immediata decorrenza e, al momento, rimane in vigore fino al 25/03/2020.

Lo slogan dei sindaci di Bergamo e Pontedera, ormai su tutto il territorio italiano. “Rimanete in casa”!

Verrebbe da dire parole sante, e questo non soltanto per chi si muove per giocare al gratta & vinci o alle slot machine, ma anche per tutti i cittadini di tutto il territorio italiano. Il blocco delle masse è di certo uno dei modi, magari non immediati per diminuire o addirittura bloccare il Coronavirus.

Per chi non vuole rinunciare al gioco, come slot machine e gratta & vinci, lotto e altro, il nostro suggerimento è di giocare da casa senza dover uscire, ma scegliendo un luogo legale e sicuro controllato dall’ente italiano ADM!