Le slot machine italiane verso il mercato europeo

Le slot machine italiane verso il mercato europeoLa dismissione delle vecchie slot machine italiane sarà un grande affare per gli operatori. Un giro d'affari con tanti zeri che farà la grande felicità degli addetti ai lavori e in modo particolare alle aziende italiane che vendono slot machine. Infatti le società hanno spedito intermediari di vendita in diversi stati europei: Balcani, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Bulgaria e Polonia.

Il perché è la bozza del gioco d'azzardo per un riordino generale che offre opportunità interessanti per il totale sistema. In poco più di un anno di tempo, circa 250mila slot machine saranno sostituite dalle videolottery di nuova generazione, che di certo cambieranno il mercato. Una grande opportunità per i costruttori, noleggiatori (che acquistano e le danno in gestione ai punti di gioco) e venditori di slot machine.

Le vecchie slot machine non andranno in soffitta ma andranno sul mercato estero. Una slot machine terrestre in media vale circa 200 euro, se questo prezzo lo moltiplichiamo per 250 mila pezzi si arriva a una somma di circa 50 milioni di euro, questo fa capire l'eccitazione degli addetti ai lavori del settore.

Denaro che verrà utilizzato dalle aziende più importante del mercato per espandersi in un nuovo mercato europeo grazie anche alla manutenzione, aggiornamenti e servizi abbinati alle slot machine. Di contro la preoccupazione degli investigatori che combattono la criminalità a 360°. Infatti molti aziende che offrono il noleggio delle slot machine sono accusate di essere soltanto dei prestanome.

Quindi partire da una situazione legale per poi utilizzare questa opportunità per reinvestire questo denaro in illecite attività. Nei paesi che abbiamo citato sono entrate in vigore specifiche normative che regolamentano il gioco d'azzardo, con la sola eccezione della Polonia che sono previste per il 6 maggio 2015.

In tutti questi paesi è previsto un agevolato regime fiscale del volume di affari (non superiore al 15%), ma i gestori hanno l'obbligo di versare una specifica quota del fatturato che sarà utilizzata per la prevenzione del gioco compulsivo e quindi patologico. Le leader del mercato dei produttori di slot machine sono italiane, aziende esperte che saranno fondamentali per l'inserimento di questi giochi in questi mercati nuovi e quindi perfettamente adatti a moltiplicare, in pochi anni il giro d'affari dei paesi esteri.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza utente. Navigando all'interno del sito acconsenti al loro utilizzo.